Ora d’aria e provviste per il lungo pomeriggio.

L’esame si avvicina, la fifa è blu. La voglia di studiare, invece, declina progressivamente.
Ma oggi c’è un appuntamento imperdibile: la sessione di ripasso in compagnia!! Oltre ad avere il merito di rassicurare i partecipanti sullo stato di avanzamento della propria sclero (che va di pari passo con quella altrui!) questi momenti offrono l’occasione per uno svago – breve ma intenso!- dalla routine degli ultimi giorni.
Per concedermi una mezz’oretta di pausa, e per avere anche una piccola bomba di energia da sfoderare intorno alla metà del pomeriggio – quando la memoria inizia ad annebbiarsi- ho preparato una torta tenerina al cioccolato. Ho assaggiato questa ricetta a casa di Lollo qualche settimana fa, e ho subito pensato che era troppo gustosa per non sperimentarla in uno dei miei momenti di necessità di fare!
La ricetta l’ho trovata sul sito Giallo Zafferano, ma io come al solito ho riadattato in base all’umore del momento!

 180 gr di cioccolato fondente
100 gr di burro
4 cucchiai di latte
100 gr di zucchero
60 gr di farina
3 uova
un pizzico di sale

foto (22)

Per prima cosa ho sciolto a bagnomaria il cioccolato, che avevo già sbriciolato per velocizzare. Una volta fuso, ho aggiunto il burro tagliato a cubetti, poco alla volta per fare in modo che il composto rimanesse liscio e omogeneo. Ho tolto dal fuoco e ho lasciato intiepidire.foto (26)


 Intanto ho montato metà dello zucchero con i tuorli d’uovo, ho aggiunto a questo impasto il cioccolato fuso, il latte, la farina e la restante parte di zucchero. Nel fare questa operazione

ho avuto qualche difficoltà a mescolare bene gli ingredienti, perchè l’impasto è abbastanza denso e si formano facilmente dei grumi. Con l’aiuto di una spatola e tanto olio di gomito sono riuscita ad amalgamare bene il tutto. A parte ho montato gli albumi a neve con un pizzico di sale, e poi li ho aggiunti al mio impasto mescolando delicatamente per non smontarli.

Ho messo a cuocere in una teglia rotonda ricoperta di carta forno per circa mezz’ora a 180°.
Dato che non c’è lievito, la torta rimane piuttosto bassa, con una bella crosticina sulla superficie. Quando inizia a formarsi è il momento di spegnere e lasciare intiepidire ancora in forno. Per concludere ho spolverizzato un pò di zucchero a velo.

foto (25)

Il pomeriggio è stato intenso, come previsto. Ma il cioccolato ha fatto il suo sporco lavoro di sostegno emotivo – e non solo- per ogni sorta di ansia e preoccupazione.

Un pensiero su “Ora d’aria e provviste per il lungo pomeriggio.

  1. Pingback: Sorpresa da 30 e lode | luhandthetree

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...