Sorpresa da 30 e lode

Questo progetto potrebbe meritarsi un posto d’onore in questo blog, e anche tra le attività di questo mese!
Innanzi tutto perchè ha richiesto giorni di ricerche e preparazione, più due sessioni di lavoro nella stessa giornata (senza contare la mezz’ora di lavaggio piatti finale!).  Secondariamente perchè è la prima, vera sorpresa autenticamente riuscita che riesco a organizzare in una qualche occasione speciale, senza cedere alla tentazione di dare indizi prima del tempo. Ma soprattutto, ciò che aumenta esponenzialmente la mia autostima è il risultato finale: una cenetta romantica in piena regola, con un menù di quattro portate e un allestimento da record (soprattutto di tempo impiegato per la realizzazione!).

L’occasione, più che la festa degli innamorati posticipata di un paio di giorni, è la fine degli esami del nostro futuro dottore, e il successo della prima sessione di Magistrale per me: un tripudio di 30 e lode!

Il menù della serata prevedeva: foto (4)

° Bocconcini ai 5 sapori e torciglioni di pane fatto in casa

° Gnocchetti spinaci e ricotta

° Tortino di melanzane alla parmigiana

°Choco&Coco Cupcakes

Le ricette, prese qua e là tra libri e siti internet, sono su per giù queste qua:

Per una decina di bocconcini al formaggio ho impastato circa 200 gr di ricotta con 30 gr di parmigiano, ho lasciato riposare l’impasto un paio d’ore in frigorifero prima di formare delle piccole palline, rotolate poi nei diversi sapori: erba cipollina, pinoli, noci e paprika dolce.

foto (1)

Per accompagnare i bocconcini ho preparato un impasto tradizionale con farina, acqua, lievito, un cucchiaio d’olio e un pizzico di sale, l’ho lasciato lievitare per tutto il pomeriggio prima di formare tanti torciglioni, arrotolarli intorno ai bastoncini per spiedini, spennellarli con abbondante olio e cuocerli in forno a 220°, fino a vederli belli dorati.

Il primo è stato davvero una prova degna di masterchef: gnocchetti ricotta e spinaci, accompagnati con salsa di pomodoro.
La sfida è stata doppia: cucinare per la prima volta degli gnocchi, e in più con ricotta e spinaci al posto che con le più tradizionali patate e farina.  Per accelerare la preparazione ho cotto al vapore dentro il microonde 250 gr di spinaci surgelati, e li ho poi saltati un paio di minuti in una padella dove avevo precedentemente fatto sciogliere una noce di burro e ammorbidito una fettina di cipolla ben tritata. Dopo averli conditi con un pizzico di sale e pepe una grattatina di noce moscata, li ho lasciati raffreddare, per poi unirvi 75 gr di ricotta, 65 gr di parmigiano grattugiato, un tuorlo d’uovo e un pizzico di farina. Amalgamati bene tutti gli ingredienti per formare un compasto omogeneo e solido, l’ho messo a riposare in frigorifero.
Poco prima dell’ora di cena, mentre la salsa di pomodoro scaldava, ho formato dei rotolini lunghi e stretti con l’impasto leggermente infarinato, da cui ho tagliato gli gnocchetti. Appena raggiunto il bollore, ho salato l’acqua e ho buttato gli gnocchi: in appena un minuto sono risaliti tutti a galla, segnalando il completamento della loro cottura. Li ho sistemati sul piatto insieme alla salsa di pomodoro e….non ho nemmeno fatto in tempo a fotografarli!

Per i tortini, invece, ho cotto 10 fettine di melanzana tagliate sottili in padella, con un filo d’olio. Intanto ho tagliato a fettine anche una mozzarella di bufala, che ho poi lasciato a scolare perchè perdessero un pò della loro acqua. Dopo aver spennellato con un filo di olio due piccole terrine, ho iniziato i miei strati con una fettina di melanzana, un cucchiaio di salsa di pomodoro, una fetta di mozzarella e un cucchiaio di parmigiano grattugiato. Ho ripetuto fino a riempire quasi completamente le cocottine, e ho poi cotto in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti, passando sul finale un minuto di grill.
foto (2)

Il gran finale è stato il frutto di un mix tra innovazione e tradizione: la base è la stessa della torta tenerina al cioccolato, con la sola aggiunta di un cucchiaino di lievito. L’innovazione, invece, è stata la preparazione del frosting al cocco.
foto (3)

Per prepararlo ho mescolato 50 gr di burro già ammorbidito a temperatura ambiente con 225 gr di formaggio spalmabile, 85 gr di zucchero a velo e 15 di farina di cocco.  Amalgamati bene gli ingredienti (fatto salvo per qualche grumo di burro che mi ha punito al momento della decorazione con il sac a poche) ho formato i dolci cappucci per i tortini al cioccolato e ho rifinito con una spolverizzata di farina di cocco.
Per rispettare l’eleganza della tavola da finto ristorante, ho servito i miei cupcakes utilizzando dei bicchierini da cocktail rovesciati.

Ed ecco un’ennesima prova, se mai ce ne fosse stato il bisogno, di come basta poco per creare un’atmosfera magica, che dice molte più cose delle parole.

foto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...